integratori per il comfort perioculare: opto crio

02-opto-crio
OPTOcrio sono delle bende hydrogel oculari a base di ammonio glicirrizzato ed estratti vegetali di Echinacea angustifolia ed Ananas sativa, che svolgono un’azione rinfrescante, decongestionante e rilassante a livello oculare e perioculare.

OPTOcrio è disponibile con una confezione contenente 10 cerotti hydrogel.

Composizione – una benda hydrogel contiene : estratto glicolico di Echinacea angustiolia 25mg, estratto glicolico di Ananas sativus 25mg, ammonio glicirrizzato.

Modalità d’uso: lavarsi accuratamente le mani, aprire la bustina ed estrarre il cerotto hydrogel, togliere la pellicola trasparente ed applicare il cerotto più grande sulla zona perioculare sottostante l’occhio e quello più piccolo sulla palpebra superiore. Ogni bustina contiene un liner con un cerotto per l’occhio destro ed uno per l’occhio sinistro. Se si utilizza un solo cerotto, assicurarsi di chiudere la bustina, per evitare che l’altro si asciughi. Per un effetto criogenico più marcato, si consiglia di tenere il cerotto in frigorifero per qualche ora, nel suo involucro originale , prima dell’applicazione.

OPTOcrio è consigliato per disturbi oculari causati da:
– edema palpebrale e perioculare
– affaticamento oculare
– infiammazioni ed irritazioni palpebrali
– traumi

I segni e i sintomi riscontrati possono essere:
– gonfiore oculare e perioculare
– palpebre arrossate
– occhi stanchi

consigli-per-occhi-deboli-e-affaticati_ebe1ae42f0197fca5735db73a6be3d0b

Benefici di OPTOcrio – riduce l’edema palpebrale e perioculare causato da:
– allergia
– blefarite
– trauma
– affaticamento visivo

Scopri ora l’integratore del film lacrimale OPTOcrio di OPTOX presso il nostro centro ottico di Napoli sito a Fuorigrotta, Largo Lala 33/34 o visita il sito www.diecidecimi.org

la miopia

cinemagraphs-droles-de-lunettes-pour-decouvrir-new-york-800x
La miopia è una condizione refrattiva oculare per cui l’immagine viene focalizzata prima del piano retinico ad accomodazione rilassata. In tal modo l’immagine dell’oggetto in questione si forma nel vitreo e sulla retina si forma un disco di diffusione.
Il miope ha quindi un punto remoto a distanza finita; per questo tutte le immagini che cadono oltre tale punto appariranno sfuocate, mentre tutto ciò che si troverà a distanze ravvicinate sarà nitido
miopia

Sintomi e segni .
Il principale sintomo è la ridotta acuità visiva a grande distanza, anche se spesso i soggetti non sono consci di questa carenza. Un altro sintomo è l’astenopia da vicino dovuta ad uno squilibrio tra accomodazione e convergenza.
Tra i segni manifestati dal soggetto miope si nota che egli tende a sfruttare una distanza di lettura minore rispetto all’emmetrope, ed inoltre socchiude gli occhi nella visone distale per aumentare la profondità di campo ed ottenere una visone migliore.

Insorgenza e progressione .
La miopia può presentarsi alla nascita (miopia congenita) e scomparire nei primi mesi di vita. Principalmente tale difetto refrattivo si manifesta però tra i 5 e i 13 anni ed essa aumenterà tanto più velocemente quanto più precoce sarà la sua insorgenza. Un’altra fase di insorgenza è quella che va dai 15 anni in poi (miopia tardiva), probabilmente dovuta ad applicazioni quotidiane a distanze troppo ravvicinate.

Forme .
Le forme di miopia possono essere tre (Curtin 1985) :
fisiologica, in cui il difetto è basso (entro le 3 Diottrie), non vi sono variazioni delle dimensioni oculari ;
intermedia, caratterizzato da un errore compreso tra le 5 e le 8 Diottrie e da modeste variazioni dimensionali oculari e lievi alterazioni del fondo retinico;
patologica, vede la presenza di difetto refrattivo oltre le 8 Diottrie con alterazioni retiniche dovute all’allungamento evidente del segmento anteroposteriore del bulbo oculare.

Cause .
Sono stati fatti diversi studi e vi sono varie teorie circa la causa di tale difetto refrattivo; tuttavia l’unica certezza è che la miopia insorge per un insieme di fattori genetici e ambientali.
Vi può essere un’eventuale influenza della visione a breve distanza e quindi un eccesso dell’attività accomodativa sull’ insorgenza di miopie di lieve o media entità. Tale teoria, conosciuta come “uso-abuso” può essere vista quindi come una strategia di adattamento, poiché la visione a distanza ridotta è più confortevole per il soggetto. Questo adattamento modificherebbe le strutture anatomiche oculari affinché esse possano offrire un miglior visus a breve distanze piuttosto che in visione distale.

Forme anomale e secondarie .
Pseudomiopia : un aumento del tono accomodativo può indurre temporaneamente la presenza di miopia; un’attività prossimale prolungata può portare ad uno spasmo del muscolo ciliare (che ha il compito di regolare l’accomodazione attraverso modificazioni nella curvatura del cristallino), ed indurre un aumento fittizio del sistema diottrico oculare.
Miopia notturna : in condizioni di ridotto illuminamento durante la midriasi (dilatazione della pupilla) vi è uno spostamento in avanti del cristallino che riduce la camera anteriore e vi è quindi un aumento dell’aberrazione sferica, responsabile di un errore refrattivo sino a 0,75 Diottrie.
Miopia derivante da patologie : tra le patologie oculari responsabili di un incremento della miopia riscontriamo la cataratta ed il cheratocono; tra le malattie generali evidenziamo invece il diabete, l’ipertiroidismo, glaucoma giovanile,malattie esantematiche come il morbillo,e in seguito alle carie.

In associazione alla miopia spesso si presenta exoforia (deviazione oculare non manifesta verso l’esterno), particolarmente in visione prossimale. Tale condizione si viene a creare a causa di un’accomodazione, e quindi anche di una convergenza, minori del normale. In tal caso la correzione completa è indicata per ottenere una buona acuità visiva e per ripristinare un buon equilibrio binoculare.
La miopia è compensata con lenti negative divergenti che,allungando la focale, permettono la formazione dell’immagine sul piano retinico .
miopia (1)

Per ulteriori info puoi recarti presso il nostro centro ottico di Napoli sito a Fuorigrotta, Largo Lala 33/34 o visita il sito www.diecidecimi.org

Go to top