i materiali delle lenti oftalmiche : indice 1.74

DONNA stylis
Il materiale con cui si realizzano le lenti oftalmiche in materiale organico viene identificato principalmente attraverso l’indice di rifrazione cioè quel valore che riassume le caratteristiche ottiche delle sostanze trasparenti.
Più è elevato l’indice, più le lenti sono sottili e leggere.

Le lenti in indice 1.74 hanno determinate caratteristiche:
- il 50% più sottile rispetto a duna lente standard in indice 1.50 ed in media il 10% più sottile di una lente 1.67;
- tra le lenti più piatte disponibili sul mercato; per i miopi fino a 10 volte meno curva rispetto ad una lente minerale di altissimo indice;
- fino a 3 volte più leggera rispetto ad una lente minerale ad alto indice;
- netta riduzione delle distorsioni “effetto ingrandimento/rimpicciolimento dell’occhio” grazie all’azione cumulativa dell’indice, dell’asfericità, della riduzione della curvatura, dello spessore e della distanza occhio-lente ( ad esempio per una lente postiva sf.+5,00 D si ottiene una diminuzione effetto ingrandimento dell’occhio del 16% rispetto ad una lente di indice 1.50);

La lente in indice 1.74 è indicata per soggetti con elevate ametropie, per portatori particolarmente sensibili all’estetica e per chi ricerca un prodotto di elevata qualità ottica. I Design disponibili sono sferico, asferico e biasferico.

DONNA rana

Indice di rifrazione 1.74:
- numero di Abbe : 31
- densità g/cm^3 : 1,47
- protezione raggi UV : 100%
- resistenza alla trazione (KGF) : 50-60
- resistenza al calore (°C) : 80
- resitenza ai solventi : buona

Per ulteriori info circa i materiali delle lenti oftalmiche puoi recarti presso il nostro centro ottico di Napoli sito a Fuorigrotta, Largo Lala 33/34 o visita il sito www.diecidecimi.org

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Go to top